13 aprile 2017

Promontorio del Circeo

Il Monte Circeo è la cima che ha dato il nome all’intero parco nazionale e  nel suo picco massimo tocca i 541 metri di altezza, secondo la leggenda nel Promontorio viveva la Maga Circe che dopo aver tentato di trasformare Ulisse e i suoi compagni in porci li mantenne per qualche tempo.

Visto da lontano il profilo del Promontorio assomiglia molto ad una donna addormentata e per alcuni proprio questa somiglianza avrebbe indotto a pensare che questo fosse la casa di Circe.

Una curiosità, la montagna ha la sua altra metà in Porto Rico, da quelle parti viene chiamata “EL GIGANTE DORMIDO“, in questo caso infatti il profilo rappresentato è quello di un uomo.

circeo promontorio

Foto di Alessandro Armellini

Il promontorio, dal punto di vista naturalistico, si divide in due versanti completamente diversi tra di loro. Il versante nord, detto anche “Quarto freddo”, caratterizzato da un clima umido, è ricoperto da una fitta macchia alta di leccio, associata, a quote più basse, al frassino e al carpino, molto comune è anche la roverella.

L’altro versante, il “Quarto caldo”, si affaccia verso sud e gode dunque, per tutto l’anno, di un’ottima esposizione al sole. Vi prospera una vegetazione rupestre mediterranea con leccio, ginepro, mirto e una vegetazione molto profumata di rosmarino; . La presenza più interessante è però quella della palma nana, l’unica palma spontanea in Europa, relitto di epoche più calde. La fauna, invece, oltre che dal cinghiale, dal tasso e dalla faina, è rappresentata da numerosi uccelli, in particolare rapaci come il falco pellegrino e il gheppio che, sfruttando per le nidificazioni le alte barriere costiere, sono assidui frequentatori del Parco ormai.

promontorio del circeo

Satellite Google Earth

Fonte, Wikipedia

Il sito utilizza cookie per rendere l'esperienza ancora più unica, navigando, scorrendo verso il basso o cliccando su 'Ho capito' ne accetti l'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Capito" permetti il loro utilizzo.

Chiudi